Sturridge finisce in Australia: ufficiale il suo trasferimento al Perth Glory

Daniel Sturridge Liverpool dance celebration
Getty
L'ex attaccante del Liverpool è stato ingaggiato dalla squadra di massima serie australiana: tornerà in campo dopo più di un anno.

Quasi venti mesi di inferno: fermo a guardare gli altri giocare. Non è mai bello, soprattutto per chi di titoli importanti ne ha vinti diversi: Daniel Sturridge torna a giocare ufficialmente, ma non lo farà in Europa. Vola lontano: va in Australia.

Nelle scorse ore il Perth Glory, squadra di A-League, la massima serie calcistica australiana, ha annunciato il suo ingaggio con video e interviste sui social.

"ST-UUU-RRR-III-DGE! Perth Glory è molto orgogliosa di annunciare la firma dell'unico e solo, Daniel Sturridge".

Un trasferimento, questo, che arriva dopo un'estate vissuta con la maglia del Mallorca, anche se quella d'allenamento: negli scorsi mesi l'attaccante inglese, infatti, si è allenato a lungo con la formazione spagnola, sperando in un accordo che, alla fine, non è arrivato.

Una volta vinta la Champions League con il Liverpool, nel 2019 (la sua seconda dopo quella conquistata con il Chelsea nel 2012), Sturridge è volato in Turchia, al Trabzonspor, sperando di far bene in un Paese nuovo (lui che in realtà non aveva mai lasciato l'Inghilterra).

Pochi mesi dopo il suo arrivo, a marzo 2020, è arrivata la rescissione del contratto con la società turca, avvenuta in concommitanza con la squalifica per calcioscommesse, e nello specifico per aver fornito informazioni confidenziali al fratello, per una giocata circa il suo possibile trasferimento al Siviglia.

Da lì in poi un vero e proprio calvario: terminata la squalifica, nel giugno del 2020, l'ex Reds non ha più trovato squadra, rimanendo svincolato. L'ultima gara ufficiale giocata da Sturridge risale al 22 febbraio 2020: 55 minuti contro il Besiktas. Poi nulla: tornerà in campo ufficialmente, ed è anche ora. A 32 anni l'ex campione d'Europa ricomincia dall'Australia.

Chiudi