News LIVE
Serie A

Serie A, 15ª giornata: risultati e marcatori

20:32 CET 02/12/21
Torino Empoli La Mantia
Il Toro va avanti 2-0 sull'asse Pobega-Pjaca, poi il rosso a Singo spiana la strada alla rimonta dei toscani: Romagnoli e La Mantia griffano il pari.

GIOVEDI' 2 DICEMBRE ORE 20.45

LAZIO-UDINESE 4-4

MARCATORI: 17' Beto (U), 32' Beto (U), 34' Immobile (L), 44' Molina (U), 51' Pedro (L), 56' Milinkovic-Savic (L), 82' Acerbi (L), 99' Arslan (U)

All'Olimpico succede di tutto: la Lazio va sotto, poi rimonta, assapora la vittoria e viene riacciuffata sul 4-4 al 99' dall'Udinese.

Sugli scudi Beto, attaccante brasiliano dei friulani, autore di una doppietta impreziosita da un timbro di pregevole fattura. Il solito Immobile riapre il match, Molina fa 1-3, Pedro e una magia di Milinkovic-Savic sigillano la remuntada biancoceleste conclusa da Acerbi (dopo lungo check del VAR). Ma all'ultimo respiro, come detto, Arslan gela Sarri. Espulsi Patric, Molina e Walace, accenno di rissa dopo il 4-4 bianconero.

LAZIO (4-3-3): Reina 6; Lazzari 6, Patric 5, Acerbi 7, Hysaj 6.5; Milinkovic-Savic 7.5, Cataldi 6 (78' Zaccagni 6), Luis Alberto 6 (64' Basic 6.5); Felipe Anderson 5.5 (59' Radu 6), Immobile 7, Pedro 7. All. Sarri.

UDINESE (4-4-2): Silvestri 6; Perez 6, Becao 6 (75' Nuytinck sv), Samir 6 (87' Forestieri 6.5), Udogie 5.5; Molina 7, Walace 6, Jajalo 6.5 (63' Arslan 7), Deulofeu 6.5 (75' Soppy 6); Success 6.5 (63' Pussetto 6), Beto 8. 

Arbitro: Piccinini

Ammoniti: Becao (U), Immobile (L)

Espulsi: Patric (L), Molina (U), Walace (U)

GIOVEDI' 2 DICEMBRE ORE 18.30

TORINO-EMPOLI 2-2

MARCATORI: 10' Pobega, 15' Pjaca, 34' Romagnoli, 72' La Mantia

Il Torino si fa acciuffare dall'Empoli e fallisce l'appuntamento con la terza vittoria consecutiva davanti al proprio pubblico. All'Olimpico Grande Torino è partenza sprint da parte dei padroni di casa: al 10' colpisce Pobega per il vantaggio granata e dopo soli cinque minuti è Pjaca a calare il bis. Sembra tutto in discesa per la truppa Juric ma il rosso a Singo (fallo da ultimo uomo) scombina i piani: al 34' Romagnoli, di testa, accorcia le distanze già nella prima frazione. Nella ripresa, nonostante un Toro apparentemente in controllo, i toscani trovano lo spazio per colpire al 72' grazie alla zampata di La Mantia che firma il definitivo 2-2

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic 6; Zima 6, Bremer 6.5, Buongiorno 6.5; Aina 6 (91' Izzo sv), Lukic 6, Pobega 7, Singo 5; Praet 5.5 (74' Rincon sv), Pjaca 7 (35' Vojvoda 6); Sanabria 5.5 (75' Zaza sv). 

EMPOLI (4-3-2-1): Vicario 6; Stojanovic 6, Luperto 6.5, Romagnoli 7, Marchizza 6 (61' Parisi 6.5); Zurkowski 6 (57' Haas 6), Ricci 6, Bandinelli 6 (53' Bajrami 6.5); Henderson 6, Di Francesco 5.5 (62' La Mantia 7); Pinamonti 6 (88' Mancuso sv).

Arbitro: Colombo

Ammoniti: Bandinelli (E), Aina (T), Marchizza (E), Luperto

Espulsi: Singo (T)

MERCOLEDÌ 1 DICEMBRE ORE 20:45

SASSUOLO-NAPOLI 2-2

MARCATORI: 51' Fabian Ruiz (N), 59' Mertens (N), 72' Scamacca (S), 89' Ferrari (S)

Il Napoli getta al vento tre punti, uscendo dal Mapei solamente con uno, rischiando anche di perdere nel finale, con il goal di Defrel annullato in extratime. Avanti con Fabian Ruiz e Mertens, i partenopei si sono fatti rimontare con Scamacca e Ferrari, con il Milan vincente a Genova ed ora a -1 dalla vetta. Espulso Spalletti per proteste nei minuti di recupero.

SASSUOLO (4-3-3) Consigli 6,5; Toljan 6,5, Chiriches 6, Ferrari 6,5, Rogerio 5 (61' Kyriakopoulos 6,5); Frattesi 6 (77' Harroui sv), Lopez 6, Traore 6 (61' Matheus Henrique 6,5); Berardi 7, Scamacca 7, Raspadori 5,5 (88' Defrel sv). All. Dionisi

NAPOLI (4-3-3): Ospina 6; Di Lorenzo 5,5, Rrahmani 6, Koulibaly 6,5 (80' Koulibaly sv), Mario Rui 5,5; Zielinski 6,5, Lobotka 6, Fabian Ruiz 7 (66' Politano 5,5); Lozano 5 (73' Demme 5), Mertens 7 (66' Petagna 6), Insigne 5,5 (46' Elmas 5). All. Spalletti

Arbitro: Pairetto

Ammoniti: Rogerio (S), Berardi (S), Politano (N), Henrique (S), Demme (N), Defrel (S)

Espulsi: Spalletti per proteste

MERCOLEDÌ 1 DICEMBRE ORE 20:45

GENOA-MILAN 0-3

MARCATORI: 10' Ibrahimovic, 46' e 61' Messias

Dopo due sconfitte consecutive il Milan si rilancia, rispondendo ai successi di Atalanta e Inter e soprattutto al pari del Napoli. Genoa ben messo in campo da Shevchenko, che ha però sbattuto su Maignan, autore di due parate da urlo nella sfida terminata 3-0 per gli ospiti. Grandi protagonisti Diaz, Messias (autore di una rete per tempo) e Ibraimovic, in goal su punizione e come di consueto autore di diversi lampi di classe.

GENOA (3-5-2): Sirigu 5.5; Masiello 5 (77' Bani 6), Vasquez 5, Vanheusden 5; Ghiglione 5.5, Sturaro 6 (46' Hernani 6), Badelj 5.5 (62' Galdames 6), Rovella 6 (77' Portanova 6), Cambiaso 6; Bianchi 5 (64' Pandev 6), Ekuban 5.

MILAN (4-2-3-1): Maignan 7; Kalulu 6.5, Kjaer sv (5' Gabbia 5.5 [46' Florenzi 6]), Tomori 6.5 (77' Saelemaekers 6), Theo Hernandez 6.5; Kessie 6, Tonali 6; Messias 7.5, Krunic 6, Brahim Diaz 7.5 (77' Bakayoko 6); Ibrahimovic 7.5 (60' Pellegri 6).

Arbitro: Sacchi

Ammoniti: Gabbia (M), Masiello (G), Rovella (G)

Espulsi: -

MERCOLEDI' 1 DICEMBRE ORE 18:30

INTER-SPEZIA 2-0

MARCATORI: 36' Gagliardini, 58' rig. Lautaro Martinez

L'Inter vince e convince ancora una volta davanti ai propri tifosi. A San Siro, i nerazzurri allenati da Simone Inzaghi regolano con una rete per tempo lo Spezia dell'ex Thiago Motta e conquistato la terza vittoria di fila in campionato, la quarta considerando la Champions League. I meneghini dominano in lungo e in largo il match e riescono a sbloccare il risultato al 36' con Roberto Gagliardini, che al termine di una lunga azione manovrata trova la rete mandando la palla nell'angolino. Nella ripresa Lautaro Martinez si prende la scena: prima si procura il rigore (fallo di mano di Kiwior) e poi lo trasforma per il definitivo 2-0.

INTER (3-5-2): Handanovic 6,5; Skriniar 6, D’Ambrosio 6,5, Dimarco 6,5; Dumfries 6,5, Gagliardini 7 (87' Vidal sv) Brozovic 6 (87' Vecino sv), Calhanoglu 6,5 (68' Sensi 6), Perisic 6; Lautaro 7,5 (73' Dzeko 6), Correa 6,5 (73' Sanchez 6). All. Inzaghi.

SPEZIA (3-4-3): Provedel; 7 Erlic 5,5, Hristov 5, Kiwior 5; Amian 6 (46' Bastoni 5,5), Kovalenko 5 (65' Maggiore 6), Sala 5,5 (64' Bourabia 5,5), Reca 5,5 (46' Ferrer 5,5); Salcedo 5,5 (69' Verde 5,5), Manaj 5, Gyasi 5,5. All. Thiago Motta.

Arbitro: Ghersini

Ammoniti: Lautaro (I), Manaj (S), Kiwior (S)

Espulsi: nessuno

MERCOLEDI' 1 DICEMBRE ORE 18:30

BOLOGNA-ROMA 1-0

MARCATORI: 35' Svanberg

La Roma di José Mourinho cade al 'Renato Dall'Ara' di Bologna. La formazione giallorossa si ferma dopo due vittorie di fila in campionato nella sfida - valida per il 15° turno di Serie A - che conferma le ambizioni europee dei felsinei di Sinsa Mihajlovic. La sfida inizia male per i padroni di casa, costretti a rinunciare ad Arnautovic: l'austriaco viene sostituito da Sansone al 15' per infortunio. AL 35' arriva la rete che decide l'incontro: Mancini accorcia in ritardo e Svanberg è bravo ad approfittarne e battere Rui Patricio con un destro sul secondo palo che termina all'angolino. Nel finale di tempo ammonizione dubbia per Abraham, che salterà il big match di sabato contro l'Inter. Nel secondo tempo, la Roma ci prova fino alla fine ma non sfrutta un paio di buone chance e resta a mani vuote.

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski 7.5; Soumaoro 5.5, Medel 6.5, Theate 6.5; Skov Olsen 6 (80' De Silvestri 6), Svanberg 7, Dominguez 6.5 (90' Vignato sv), Hickey 6; Soriano 6, Barrow 6 (90' Orsolini sv); Arnautovic 6 (17' Sansone 6).

ROMA (3-5-2): Rui Patricio 6; Mancini 5.5 (73' Vina 6), Smalling 5.5, Ibanez 5.5; Karsdorp 6, Veretout 5.5 (64' Cristante), Diawara 5.5 (46' Carles Peres 5), Mkhitaryan 5.5, El Shaarawy 5.5 (52' Shomurodov 6); Zaniolo 5, Abraham 6.5.

Arbitro: Pairetto

Ammoniti: Soriano (B), Abraham (R), Carles Perez (R), Zaniolo (R), Skorupski (B), Karsdorp (R), Sansone (B)

Espulsi: nessuno

MARTEDI' 30 NOVEMBRE ORE 20:45

SALERNITANA-JUVENTUS 0-2

MARCATORI: 21’ Dybala, 70’ Morata

La Juventus torna a vincere e lo fa dopo una gara sofferta anche oltre le aspettative iniziali contro una Salernitana che ci ha creduto fino all'ultimo, riuscendo a mettere in difficoltà i bianconeri.

Juventus in vantaggio al 21' con paulo Dybala, grazie a un uno-due che ha portato al tiro vincente l'argentino: poco dopo lo 0-1 arriva anche il momentaneo raddoppio firmato Giorgio Chiellini, ma l'arbitro annulla tutto dopo aver rivisto l'azione, viziata dal fuorigioco attivo di Moise Kean.

Nella ripresa la Salernitana va vicinissima al pari con il mancino di Ranieri che si stampa sul palo: al 70' arriva però il raddoppio della Juve con Alvaro Morata, che ritorna al goal in Serie A. Nel finale calcio di rigore per i bianconeri: dal dischetto va Dybala che, però, spara alto.

SALERNITANA (4-4-2): Belec 5.5; Veseli 5, Gyomber 5, Gagliolo 5, Ranieri 6 (82’ Jaroszynski s.v.); Zortea 5.5, L. Coulibaly 6, Capezzi 5.5 (50’ Di Tacchio 6), Kechrida 5 (50’ Schiavone 6); Bonazzoli 6.5 (82’ Vergani s.v.), Simy 5.5 (65’ Djuric 5.5). All. Colantuono

JUVENTUS (4-2-3-1): Szczesny 6; Cuadrado 6, De Ligt 6, Chiellini 6.5, Pellegrini 6.5 (67’ Alex Sandro 6); Bentancur 5.5, Locatelli 6.5; Kulusevski 6 (94' Soule sv), Dybala 7, Bernardeschi 6 (71’ Rabiot 6); Kean 5.5 (67’ Morata 6.5). All. Allegri

Arbitro: Forneau

Ammoniti: Gagliolo (S), Locatelli (J)

Espulsi: -

Note: Al 94' rigore sbagliato da Dybala

MARTEDI' 30 NOVEMBRE ORE 20:45

VERONA-CAGLIARI 0-0

MARCATORI: -

Partita da sbadigli e pochissime emozioni quella del Bentegodi tra Verona e Cagliari: gara che si accende solo al 50', ma per altri motivi, Dopo un brutto fallo di Simeone, che ha rischiato il rosso, scatta una maxi-rissa tra i giocatori in campo.

Da lì in poi diversi tentativi del Verona, tra cui uno con lo stesso Simeone che a tu per tu con Radunovic calcia in maniera fiacca. Ottima la prova complessiva del portiere rossoblù: 0-0 che rispecchia quanto visto in campo.

VERONA (3-4-2-1): Montipò 6; Dawidowicz 6.5, Gunter 6, Ceccherini 6 (46' Casale 6); Faraoni 6, Ilic 6 (78' Tameze 6), Veloso 6.5 (78' Bessa sv), Lazovic 6; Barak 6.5, Caprari 5.5; Simeone 5 (78' Lasagna 6.5). All. Tudor.

CAGLIARI (4-4-2): Radunovic 7; Caceres 5.5, Ceppitelli 6.5, Carboni 6.5, Lykogiannis 6.5 (86' Zappa sv); Bellanova 6, Grassi 6.5 (82' Strootman sv), Nandez 6, Dalbert 6 (74' Marin sv); Joao Pedro 5.5, Keita 5 (74' Pavoletti sv). All. Mazzarri.

Arbitro: Marcenaro

Ammoniti: Gunter (V), Simeone (V), Lazovic (V), Keita (C), Tudor (V), Caceres (C)

Espulsi: Nessuno

MARTEDI' 30 NOVEMBRE ORE 18:30

ATALANTA-VENEZIA 4-0

MARCATORI: 7', 12' e 67' Pasalic, 57' Koopmeiners

L'Atalanta si conferma in stato di grazia, Mario Pasalic pure. Il croato rifila una tripletta al Venezia nel 4-0 con cui la Dea ha la meglio sugli uomini di Zanetti, mandando un ulteriore messaggio al Napoli e alle milanesi.

Pasalic show dicevamo, con l'ex Chelsea e Milan che mette già in ghiaccio il risultato in 12 minuti sfruttando gli assist di Ilicic e Muriel. Di Koopmeiners il tris con un tiro all'angolino, ancora 'Super Mario' fa poker (altro assist di Muriel) e manda in orbita la Dea. L'Atalanta sale a 31 punti, Venezia fermo a 15.

ATALANTA (3-4-1-2): Musso 7; Djimsiti 6.5 (90' Toloi sv), Demiral 6.5 (77' Scalvini sv), Palomino 6.5; Hateboer 7, Koopmeiners 7.5, Pessina 6.5 (62' De Roon 6), Pezzella 6.5; Pasalic 9; Ilicic 8 (77' Miranchuk sv), Muriel 8 (77' Piccoli 6). All. Gasperini.

VENEZIA (4-3-1-2): Romero 5; Mazzocchi 4 (46' Crnigoj 5.5), Caldara 4, Ceccaroni 4, Haps 4.5 (71' Schnegg sv); Ampadu 4, Tessmann 5.5, Busio 6 (58' Peretz 5.5); Kiyine 4.5 (58' Aramu 5.5); Henry 6, Johnsen 5 (71' Svoboda sv). All. Zanetti.

Arbitro: Santoro

Ammoniti: Ampadu (V)

Espulsi: nessuno

MARTEDI' 30 NOVEMBRE ORE 18:30

FIORENTINA-SAMPDORIA 3-1

MARCATORI: 15' Gabbiadini (S), 24' Callejon (F), 33' Vlahovic (F), 45' Sottil (F)

La Fiorentina resta agganciata al treno per l'Europa. La Sampdoria si illude con Gabbiadini, poi crolla sotto i colpi di Callejon, Vlahovic e Sottil.

L'attaccante bergamasco sblocca il punteggio con un bell'avvitamento di testa su cross di Candreva, la Viola reagisce rabbiosamente e prima pareggia con lo spagnolo (assist di Sottil), poi trova il sorpasso col solito Vlahovic su cross di Bonaventura ed infine cala il tris con Sottil. Fiorentina che sale a 24 in classifica, Sampdoria a 15 poco sopra la zona retrocessione.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano 6; Venuti 6, Martinez Quarta 6, Igor 6, Biraghi 6; Bonaventura 6,5, Torreira 6,5, Duncan 6 (78' Maleh sv); Callejon 7 (89' Di Stefano sv), Vlahovic 7 (89' Kokorin sv), Sottil 7,5 (69' Saponara 6). All. Italiano.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero 6; Bereszynski 5 (72' Dragusin 6), Colley 5,5, Ferrari 5,5 (84' Chabot sv), Murru 4,5 (54' Augello 6); Candreva 6,5, Thorsby 5,5, Adrien Silva 5,5, Verre 5,5 (54' Ciervo 6); Gabbiadini 6,5, Caputo 5,5 (54' Quagliarella 6). All. D'Aversa.

Arbitro: Dionisi

Ammoniti: Gabbiadini (S), Colley (S), Ferrari (S)

Espulsi: nessuno