News LIVE
Mondiali

Quanti Paesi ospitanti hanno vinto i Mondiali?

11:23 CEST 02/04/22
Trophy World Cup
Il Qatar ospita per la prima volta la manifestazione calcistica più importante. Scopriamo quali Paesi ospitanti hanno vinto il Mondiale.

Le selezioni nazionali qualificate alla Coppa del Mondo 2022 hanno scoperto quali saranno le rispettive avversarie nella fase a gironi.

Il Qatar, Paese che ospiterà per la prima volta nella sua storia la manifestazione, sulla carta ha poche chance di arrivare in fondo. Ma mai dire mai.

La storia dei Mondiali ci ha insegnato che spesso le nazionali ospitanti riescono a spingersi ben oltre le aspettative, in qualche caso mettendo anche le mani sulla coppa calcistica più ambita. Scopriamo quali.

URUGUAY 1930

Il piccolo Paese sudamericano fece da palcoscenico all'esordio assoluto della Coppa del Mondo. E fu proprio la Celeste a conquistare il trofeo, battendo in finale per 4-2 l'Argentina.

ITALIA 1934

Quattro anni più tardi, la Coppa Rimet sbarcò per la prima volta in Europa, per la precisione in Italia. A conquistarla fu la nazionale di Vittorio Pozzo, che spinta dal favore del pubblico casalingo vinse contro la Cecoslovacchia.

FRANCIA 1938

La terza edizione dei Mondiali fu organizzata in Francia ma per la prima volta non fu vinta dalla nazione ospitante. I galletti si fermarono ai quarti di finale, eliminati dall'Italia futura vincitrice del torneo per la seconda volta consecutiva.

BRASILE 1950

Dopo 12 anni di sosta forzata, causa Seconda Guerra Mondiale, il Mondiale fu rigiocato. Sede della manifestazione fu il Brasile, che rincorreva il primo trionfo nella sua storia. Il sogno si trasforma presto in un incubo, con la finale persa contro l'Uruguay al Maracana. Una ferita ancora non del tutto ricucita nel cuore del popolo brasiliano.

SVIZZERA 1954

Come location per la quarta edizione fu scelta la Svizzera, dove a trionfare fu la Germania Ovest. I padroni di casa si fermarono ai quarti di finale, estromessi dai vicini di casa dell'Austria.

SVEZIA 1958

La penisola scandinava accolse la sua prima, e fin qui unica, Coppa del Mondo oltre 60 anni fa. E la nazionale del Paese ospitante sfiorò il successo, arrendendosi solamente in finale contro il Brasile.

CILE 1962

Dodici anni dopo l'ultima volta, i Mondiali tornarono in Sudamerica, per la precisione in Cile. L'edizione vide il secondo trionfo dei brasiliani, mentre la nazionale di casa si piazzò al terzo posto. Ancora oggi il miglior risultato nella sua storia.

INGHILTERRA 1966

Fu l'Inghilterra a tornare a far coincidere la nazione ospitante con quella vincitrice della Coppa Rimet. Giocati nella patria del football, quei Mondiali furono vinti dall'Inghilterra di Gordon Banks, Bobby Moore e Bobby Charlton in finale contro la Germania in una gara molto chiacchierata per la conduzione arbitrale e per un goal fantasma assegnato agli inglesi.

MESSICO 1970

Quello messicano fu il Mondiale che ospitò la Partita del Secolo: Italia-Germania 4-3, in semifinale. Le mani sulla coppa le mise però il Brasile, travolgendo gli azzurri all'ultimo atto. Il Messico chiuse invece tra le prime otto, eliminata ai quarti proprio dall'Italia.

GERMANIA 1974

La prima delle due edizioni dei Mondiali giocate in Germania fece scoprire al mondo la bellezza del calcio totale degli olandesi Trascinata da Joann Crujiff, la nazionale Orange arrivò in finale esprimendo un gioco inarrivabile sul piano dell'organizzazione e della resa in campo. Ma alla fine, come spesso succede, vinsero i Tedeschi in finale, pur andando sotto dopo 1 minuto di gioco.

ARGENTINA 1978

Quella giocata in Argentina fu un'edizione pesantemente condizionata dal clima politico vissuto dal Paese sudamericano in quegli anni. A vincere la finale fu proprio la nazionale di casa, spinta dal pubblico e non solo. Celebre la finale, in cui ai calciatori in maglia biancoazzurra fu concesso di tutto a danno dei rivali dell'Olanda.

SPAGNA 1982

Quattro anni più tardi la Coppa del Mondo continuò a parlare spagnolo, tornando però in Europa. Tutti, almeno dalle nostre parti, ricordano come andò a finire quell'edizione. Trionfo italiano in finale contro i tedeschi. Molto meno bene la nazionale spagnola, estromessa da Polonia e Unione Sovietica nella seconda fase a gironi. In quell'edizione infatti non erano previsti ottavi e quarti, ma una seconda fase con 4 gironi a 3 squadre, le cui prime si sarebbero affrontate in semifinale.

MESSICO 1986

Il secondo Mondiale organizzato in Messico fu vinto nuovamente dall'Argentina. Stavolta senza aiuto del pubblico, ma con quello di Maradona. Ancora una volta i messicani furono estromessi ai quarti di finale, per mano della Germania.

ITALIA 1990

L'Italia tornò ad ospitare i Mondiali quasi 60 anni dopo la prima volta. La nazionale di Vicini fu trascinata dal primo istante dal pubblico dell'Olimpico, ma il sogno delle Notti Magiche si interruppe ad un passo dalla finale. Gli azzurri furono eliminati dall'Argentina ai calci di rigore. Ma a vincere la coppa furono per la terza volta nella loro storia i tedeschi.

USA 1994

La prima edizione giocata in Nord America è ricordata per il rigore di Roberto Baggio sbagliato in finale. Un tiro terminato alto sopra la traversa, che consegnò matematicamente la Coppa del Mondo al Brasile. La nazionale a stelle e strisce si arrese invece agli ottavi di finale - proprio contro i verdeoro - dopo aver superato la fase a gironi.

FRANCIA 1998

Dopo averla inseguita a lungo, la Francia si aggiudicò l'ultima Coppa del Mondo del secondo millennio travolgendo per 3-0 il Brasile all'ultimo atto. I galletti poterono così festeggiare il primo Mondiale della loro storia di fronte al proprio pubblico.

COREA E GIAPPONE 2002

Gli anni Duemila videro l'esordio del Mondiale in continenti rimasti fin a quel momento estromessi. Apripista di questa tendenza furono Corea e Giappone. L'edizione la vinse il Brasile, ancora una volta vincitore nelle manifestazioni giocate lontano dall'Europa. Spedizione felice per la Corea del Sud - seppur con qualche recriminazione degli avversari - che chiuse al quarto posto. Meno bene i nipponici, estromessi agli ottavi dalla nazionale verdeoro.

GERMANIA 2006

Convinta di potersi prendere l'egemonia europea della Coppa del Mondo davanti ai suoi tifosi, la Germania piombò nel baratro agli sgoccioli dei tempi supplementari della semifinale contro l'Italia. Fabio Grosso e Alessandro Del Piero portarono l'Italia in finale, vinta poi contro la Francia. I tedeschi si accontentarono del terzo posto nella finalina di consolazione.

SUDAFRICA 2010

Dopo l'Asia, toccò all'Africa prendersi l'onere e l'onore di ospitare i Mondiali. Per quanto la competizione fu vissuta in un clima di festa collettiva, con le immancabili Vuvuzelas a fare da colonna sonora a tutte le partite, l'esperienza del Sudafrica padrone di casa non fu delle più esaltanti. I Bafana Bafana furono eliminati già nella fase a gironi da Uruguay, Messico e Francia. Primo trionfo nei Mondiali per la Spagna.

BRASILE 2014

Con la ferita del Maracanazo di 54 anni prima ancora vivido nella memoria collettiva del Paese, il Brasile ebbe la possibilità di riscattarsi agli occhi del mondo in casa propria. Doveva essere l'occasione per cancellare il più grande smacco della storia del calcio carioca, sfociò in un'umiliazione ancora più grande. In semifinale la nazionale di casa fu travolta per 7-1 dalla Germania, poi vincitrice della manifestazione. Un'onta che portò il Brasile a perdere anche la finale per il terzo e il quarto posto.

RUSSIA 2018

L'ultimo Mondiale del primo ventennio degli anni Duemila si giocò in Russia, per la prima volta a fare da scenario alla manifestazione. Pur non essendo attrezzata per arrivare in fondo, la nazionale casalinga si tolse la soddisfazione di eliminare la Spagna agli ottavi di finale, prima di essere eliminata dalla Croazia ai rigori. La Coppa fu conquistata dalla Francia, in finale proprio contro i croati.