Notizie Partite
Super Cup

Primo trofeo per Van Nistelrooy: il suo PSV batte l'Ajax in Supercoppa olandese

08:10 CEST 31/07/22
Ajax PSV
L'ex attaccante di Real Madrid e Manchester United guida il PSV alla vittoria contro i Lancieri: tripletta di Til, Ajax in dieci, espulso Bassey.

E pensare che fino al 54', almeno, la partita tra Ajax e PSV Eindhoven, valida per la finale di Supercoppa, era stata persino equilibrata: chiaramente con tutte le caratteristiche del concetto di equilibrio associato al calcio olandese.

Perché se la prima partita ufficiale stagionale termina con 8 goal all'attivo qualcosa, in termini di atteggiamento offensivo prediletto a quello difensivo, vorrà pur dire. Ma vogliamo pensarla così: 8 reti complessive all'attivo per il primo trofeo di un ex attaccante che ha fatto la storia dell'Olanda, e non solo.

Ruud Van Nistelrooy torna a casa con la coppa, alla fine, al debutto in una gara "importante" sulla panchina del PSV, dopo l'esperienza accumulata nello Jong PSV.

Lo scorso marzo la società lo ha annunciato come successore di Roger Schmidt, affidandogli quel carico di responsabilità che, di solito, in carriera da calciatore ha sempre saputo gestire: e infatti.

In premessa, prima della fredda cronaca, c'è da dire che il suo PSV gioca a calcio, prova sempre soluzioni costruite e crea tanto, tantissimo: da ex attaccante ovviamente avrà provato a trasmettere tutto il suo sapere, il resto lo ha detto il campo.

All'Amsterdam Arena Ajax e PSV si sono fronteggiate a viso aperto con i Lancieri che sono passati in vantaggio al 15' con l'ex Bergwijn, che non ha trattenuto l'esultanza: la prima frazione, però, si chiude con la formazione di Van Nistelrooy avanti grazie alla doppietta di Guus Til.

Nella ripresa Antony riporta il match in equilibrio, prima del goal di Gakpo e della rete di Til, arrivato in estate dallo Spartak Mosca e reduce dal prestito al Feyenoord. Ottimo esordio, verrebbe da dire, con una tripletta da ricordare.

Il match sostanzialmente, si può dire, finisce qui: l'Ajax accorcia le distanze con un bel mancino di Kudus, ma le cose si complicano quando Calvin Bassey, giocatore nato ad Aosta proveniente dai Rangers, si fa buttare fuori su segnalazione del VAR per un intervento a piede a martello su Saibari.

Al 91' arriva anche la gioia personale per l'ex PSG e Barcellona Xavi Simons, che si invola verso Gorter, lo supera in dribbling e consegna il primo trofeo stagionale al PSV e a Van Nistelrooy, che inizia a riempire la sua bacheca personale.