News LIVE
Serie A

Pioli: "Troppi goal presi da errori nostri ma il pari è un segnale"

23:33 CET 11/12/21
Pioli Udinese Milan 2021 2022
L'allenatore del Milan, Stefano Pioli, analizza la sfida della 'Dacia Arena' contro l'Udinese, anticipo del 17° turno di Serie A: "Serve più qualità".

Il Milan pareggia in extremis alla 'Dacia Arena' di Udine e rischia di perdere il primo posto della classifica. Nell'anticipo del 17° turno di Serie A, la formazione rossonera si salva grazie a una zampata al 92' di Zlatan Ibrahimovic, che con una magia firma il pari grazie al goal numero 300 in carriera.

Al termine della sfida, l'allenatore del Milan Stefano Pioli ha analizzato l'1-1 contro l'Udinese di Cioffi ai microfoni di 'Sky Sport':

“Stasera abbiamo fatto fatica a mettere in campo il nostro stile di gioco. Non siamo stati lucidi e precisi quanto serviva per scardinare una difesa così ben costruita e compatta. Poi è chiaro che quando continuiamo a ragale certi goal le partite si complicano contro un avversario che è molto bravo a ripartire. Le difficoltà ci sono state. Non abbiamo create tante occasioni da goal ma dentro l'area ci siamo stati tanto. Potevamo provare a pareggiarla prima e poi avere la possibilità di vincerla".

Il tecnico di Parma si concentra sugli errori dei rossoneri:

"Stiamo subendo dei goal da palle perse nostre per scelte sbagliate. Purtroppo sono situazioni che paghi e che ti fanno perdere lucidità. Le partite diventano più difficili. In questo momento dobbiamo essere bravi a non concedere situazioni soprattutto quando la palla è nei nostri piedi".

Nonostante il pari, Pioli non fa drammi:

"I miei ragazzi sono consapevoli e sanno quando giocano nel miglior modo possibile e quando non ci riescono. Veniamo da ultime prestazioni non esaltanti e dobbiamo fare meglio in tante situazioni. Sono convinto che lo faremo perché ci sono consapevolezza e ambizione. Nelle ultime partite abbiamo perso un po' di compattezza nella fase difensiva. I reparti non sono così compatti e non siamo così lucidi nelle uscite e nella pressione. Quando lasciamo spazi agli avversari rischiamo un po' troppo. Dobbiamo sistemare alcune situazioni dal punto di vista tattico".

Turnover? L'allenatore del Milan non cerca alibi:

“Sia in campionato che in coppa abbiamo giocato bene, vinto e perso con tutti i quattro centrocampisti. Quindi non credo che sia una situazione individuale ad influire. Credo che stiamo sbagliando troppe scelte. Il goal è nato da una scelta sbagliata. Poi è altrettanto vero che questa era la settima partita in 20 giorni e giocare tre giorni dopo una gara di Champions League ti toglie emerge mentali e fisiche. Cambiare era la cosa giusta da fare. Sono giocatori forti, giocatori da Milan. Non credo ci sia un giocatore imprendibile nel nostro gioco, ma ci debba essere più attenzione e qualità in ogni giocata”.

Pioli ha parlato anche ai microfoni di 'DAZN':

"Quando non vinciamo non possiamo essere soddisfatti totalmente, ma il punto è segnale di quanto la squadra abbia voluto non perdere. Siamo usciti dalla Champions purtroppo, ora partiamo dai piccoli obiettivi. L’anno scorso abbiamo fatto 43 punti nel girone d’andata, ora mancano due partite e ne abbiamo 39: proveremo a fare ancora meglio".

Nel prossimo turno, il Milan affronterà il Napoli, con Pioli che spera di recuperare qualcuno dall'infermeria:

"Quello più vicino al recupero sembra Giroud. C'è tutta la settimana per lavorare, avremo una settimana buona per preparare una sfida contro un grande avversario e vincere".