Notizie Partite

La palla è chiaramente fuori, l'arbitro assegna il goal: caos in Prima Categoria

13:45 CET 09/01/23
Castellana
I giocatori del Castellana esultano dopo il fischio dell'arbitro, che assegna il goal: le proteste non bastano, rete 'valida' e decisiva.

Senza VAR e tecnologia di porta, senza gli essenziali strumenti del nuovo calcio, tutto può ancora succedere. Anche quello che non era comunque pensabile negli anni precedenti all'introduzione degli aiuti per l'arbitro e i suoi assistenti. Nelle serie inferiori italiane non esiste il VAR, per motivi economici ovviamente, il che può causare incredibili errori. Forse un po' troppo grossolani, nonostante la mancanza della tecnologia.

Siamo nel girone B della Prima categoria pugliese, nella sfida tra Noicottaro e Castellana. Al 18' della prima frazione, Sabbattelli calcia fuori dopo aver ricevuto dal compagno Fornaro. Palla oltre la linea di fondo, ma il direttore di gara Romano assegna la rete.

Una decisione che ha portato i giocatori del Noicottaro a circondare l'arbitro, cercando di far capire come il pallone non abbia sorpassato la linea di porta terminando in rete, ma sia evidentemente e chiaramente terminato fuori dopo la conclusione di Sabbattelli.

Romano non vuole sentire ragioni, mentre i giocatori e lo staff del Noicottaro devono loro malgrado continuare la gara, alla fine terminata 1-0 proprio per la rete assegnata dal direttore di gara nonostante il pallone fuori.

Si attende ora il comunicato del giudice sportivo a tal riguardo, visto l'evidente errore tecnico da parte dell'arbitro Romano.

Dalla parte del Castellana, invece, il club ha chiesto scusa tramite i propri canali ufficiali dopo l'esultanza dei giocatori in seguito al goal fantasma che ha deciso la sfida:

"Indubbiamente la decisione dell'arbitro è da considerarsi errata ed i nostri ragazzi in quel momento non hanno ammesso l'errore. Concludiamo dicendo che i nostri principi non si basano su questi valori ma insieme al direttore di gara abbiamo sbagliato anche noi".