News LIVE
Serie A

Un Mundialito durante Qatar 2022: il progetto per i club di Serie A

12:41 CET 25/03/22
Dzeko Tomori Inter Milan Serie A
L’Italia non parteciperà a Qatar 2022, ma la Serie A dovrà comunque fermarsi: l’idea è quella di un torneo che tenga impegnate le squadre.

Per la seconda volta consecutiva, la Nazionale Azzurra non è incredibilmente riuscita a qualificarsi per i Campionati del Mondo. La sconfitta patita contro la Macedonia del Nord nella semifinale del Percorso C degli spareggi, ha posto fine ad un cammino che ad un certo punto sembrava essersi fatto assolutamente in discesa, ma che poi si è complicato terribilmente a fine 2021.

L’Italia non prenderà parte a Qatar 2022, cosa questa che rappresenta un danno enorme per il nostro calcio, ma comunque il campionato di Serie A sarà costretto a fermarsi nell’arco di tempo in cui si svolgeranno i Mondiali.

Per la prima volta infatti, i Campionati del Mondo non di disputeranno tra giugno e luglio, bensì tra novembre e dicembre, ovvero nel periodo autunnale.

Una scelta questa che ha fatto discutere negli anni passati, ma che si è resa necessaria poiché giocare in estate, in una zona notoriamente molto calda, sarebbe stato un qualcosa al limite del proibitivo.

In questi ultimi mesi i vertici del calcio italiano hanno pensato al modo di tenere impegnate le compagini di Serie A e l’opzione che preso più corpo è quella del ‘Mundialito’.

COS’E’ IL MUNDIALITO

Qatar 2022 si disputerà tra il 21 novembre ed il 18 dicembre ma, tra fase di preparazione delle varie Nazionali e pausa natalizia, il campionato, che non riprenderà prima di gennaio 2023, rispetterà una sosta lunghissima di oltre cinquanta giorni.

L’idea della Lega Serie A sarebbe quella di far disputare un torneo, in modo che le squadre italiane restino comunque attive durante quel periodo.

Verrebbe creato un calendario ad hoc per fare in modo che gli impegni programmati non vadano a sovrapporsi, anche in termini di orari, alle partite dei Mondiali, e questo garantirebbe dunque massima visibilità sia per i Campionati del Mondo che eventualmente per il Mundialito.

QUALI SQUADRE PARTECIPEREBBERO AL MUNDIALITO

Al torneo prenderebbero parte tutti le squadre del campionato. Tutte e venti le società sarebbero quindi presenti, anche se alcune con formazioni più rimaneggiate di altre.

La cosa sarebbe ovviamente dovuta al fatto che ci sono squadre che mettono a disposizione delle varie Nazionali un maggior numero di giocatori, ma si starebbe cercando un modo per ovviare alla cosa.

Si sta infatti pensando di chiedere alla UEFA l’autorizzazione per contratti di prestito temporaneo per giocatori di altre competizioni nazionali. I vari club potrebbero quindi attingere ad esempio dalla Serie B, al fine di riuscire ad allargare le proprie rose.

DOVE SI SVOLGEREBBE IL MUNDIALITO

Potrebbe essere Orlando, negli Stati Uniti, la sede del Mundialito. I primi contatti ci sono già stati e emissari della Lega Serie A sono stati sul posto per studiare la situazione.

Un torneo con tutte le squadre di Serie A negli Stati Uniti vorrebbe dire ovviamente una grande esposizione mediatica ed una potenziale spinta importante sul fronte dei diritti tv internazionali, ma i problemi non mancherebbero.

Quelli più importanti sarebbero di natura logistica, visto sarebbero oltre mille le persone chiamate a trasferirsi dall’altra parte dell’oceano, e per tale motivo, si stanno valutando delle alternative.

Una di essere conduce ad un piano che prevederebbe un torneo diviso in due fasi: la prima si disputerebbe in Italia, mentre la seconda, che potrebbe essere una ‘Final Eight’, si svolgerebbe negli USA o negli Emirati Arabi.

Ad aprire a questa seconda opzione è stato il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, che ha reso noto l’interesse di Abu Dhabi ad ospitare il torneo.