Milan-Dudelange, le pagelle: bene Calhanoglu e Cutrone, male Higuain

Hakan Calhanoglu Milan Dudelange Europa League
Getty Images
Nel Milan decisive le giocate di Calhanoglu e Cutrone. Male Higuain, Bertolacci, Halilovic e Laxalt.

MILAN


Clicca qui per attivare il mese gratuito su DAZN e vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

REINA 5,5: Incassa due goal di fatto sugli unici due tiri nello specchio della porta del Dudelange.

CALABRIA 6: Partita senza grosse sbavature, si fa sempre trovare pronto in fase di spinta ma non sempre è preciso nella giocata.

L'articolo prosegue qui sotto

SIMIC 6,5: Esame superato per il centrale ceco, che all’esordio assoluto con la maglia rossonera se la cava egregiamente sia in marcatura che nelle chiusure.

ZAPATA 6: Non impeccabile in occasione del goal del momentaneo vantaggio dei lussemburghesi, ma resta il punto di riferimento per i compagni della linea difensiva.

LAXALT 5: Continua il suo periodo di appannamento dopo un buon inizio di stagione: anche da quarto di sinistra non convince.

HALILOVIC 5: Parte bene, sembra ispirato ma scompare col passare dei minuti. Il cambio con Suso è obbligatorio dopo il vantaggio dei lussemburghesi. (52’ SUSO 6: Gattuso gli chiede di accendere la luce, lui va a lampi, risultando comunque sempre pericoloso col mancino)

BAKAYOKO 6: Tiene da solo in piedi il centrocampo, pur senza brillare come nelle ultime uscite.

BERTOLACCI 5: Occasione sprecata per l’ex centrocampista del Genoa, autore di una prova inconsistente. Lascia il campo a causa di un infortunio ma il suo cambio era già scritto. (58’ MAURI 5: Entra ed invoca subito un rigore per un lieve contatto, accentuando la caduta. Resta forse l’unico ‘guizzo’ della sua serata)

CALHANOGLU 7: Dopo un primo tempo in sordina prende letteralmente per mano il Diavolo trascinandolo fuori dalle sabbie mobili. Un goal, due autoreti propiziate e una traversa in 45 minuti: se ritrova fiducia può essere il valore aggiunto che è mancato al Milan in questi mesi.

HIGUAIN 6: E’ nervoso, manda a quel paese qualche compagno per qualche passaggio sbagliato o in ritardo, si vede che freme alla ricerca del goal. Ma porta a casa due assist, apparecchiando la tavola per le reti di Cutrone e Calhanoglu.

CUTRONE 7: L’Europa è casa sua: 4 reti in altrettante partite, sfiora anche la quinta con la collaborazione involontaria di Cruz, ogni volta che riceve palla in area di rigore si sente profumo di goal (81' BORINI 6,5: Entra nel finale e festeggia subito il goal, facendosi trovare pronto sotto porta).


DUDELANGE


Bonnefoi 5; Jordanov 5, Schnell 5, Prempeh 6, Melisse 6; Stolz 6,5, Kruska 6, Cruz 5,5, Courturier 6; Sinani 5,5, Turpel 6,5.

Chiudi