Notizie Partite
UEFA Champions League

Juventus ko nelle prime due giornate dei gironi: non era mai successo

07:25 CEST 15/09/22
Vlahovic Bremer Juventus Benfica Champions League
Prima il PSG, poi il Benfica. E contando anche il Villarreal fanno tre di fila. La squadra di Allegri batte record negativi in Champions League.

Gira tutto male. Solo che, stavolta, per la Juventus potrebbe essere davvero un punto di non ritorno. Perché uno stop contro la Salernitana in campionato può essere recuperato sul lungo periodo, e d'altronde siamo appena a metà settembre, ma perdere le prime due partite del girone di Champions League è tutto un altro discorso.

Altro ko, anche contro il Benfica. E adesso la classifica, già delineata, non mente. Il PSG e i portoghesi hanno vinto due partite su due e si sono posizionati a quota 6. La Juventus, invece, le ha perse entrambe. Ed è mestamente a zero punti, ultima assieme al Maccabi Haifa. Un evento storico: come rivela Opta, non era mai successo prima che i bianconeri non conquistassero alcun punto nelle prime due giornate di Champions League.

Certo, sono state due sconfitte diametralmente opposte: se a Parigi la Juventus è stata dominata per un tempo da Mbappé e compagnia, riuscendo poi a limitare i danni con McKennie e a tenere aperta la partita fino all'ultimo secondo, ieri sera gli uomini di Allegri sono partiti alla grande, hanno trovato immediatamente il vantaggio con Milik, non hanno chiuso i conti e alla fine l'hanno pagata. Il risultato non cambia: 1-2 in Francia, 1-2 in un Allianz Stadium furente.

Da ricordare, poi, che la Juventus arrivava da un altro ko: quello primaverile contro il Villarreal, un inopinato 0-3 interno che aveva negato ai bianconeri la possibilità di approdare ai quarti di finale di Champions League. In sostanza, fanno tre sconfitte di fila nella maggiore competizione europea per club. In questo caso era già successo, tra il 1968 e il 1972, in due edizioni staccate di qualche anno l'una dall'altra.

Sono i dati simbolo di una Juventus che non sa più ritrovarsi. Che anche quando pare davvero poter dominare in campo, non riesce a reggere per tutti i 90 minuti. Che in campionato arranca, anche se il primo posto dista appena quattro punti, e in Champions rischia di uscire ai gironi per la prima volta dai tempi di Antonio Conte.

E ora? E ora servirà fare bottino pieno contro il Maccabi Haifa, sia in Israele che a Torino. Non ci sono alternative. PSG e Benfica si sfidano tra loro e almeno una delle due dovrà forzatamente rallentare. E poi si vedrà. Di certo, però, i problemi della Juventus ci sono e sono parecchi. Urgono soluzioni immediate perché la stagione non si tramuti in un fallimento già prima della fine dell'anno.