News LIVE
Serie A

La Juve supera l'ostacolo Lazio, Allegri: "Bene, ma dovevamo sfruttare le occasioni"

20:56 CET 20/11/21
Massimiliano Allegri Verona Juventus Serie A 30102021
Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta la vittoria ottenuta contro la Lazio: “Non abbiamo concesso nulla”.

La Juventus si impone per 2-0 all’Olimpico contro la Lazio ed ottiene tre punti pesanti che le consentono di affacciarsi nelle zone alte di classifica e di riprendere proprio i biancocelesti a quota 21.

Massimiliano Allegri, parlando ai microfoni di DAZN, ha commentato la prova della sua squadra.

“La squadra ha fatto una bella partita, ma abbiamo avuto troppe occasioni per fare goal e non le abbiamo sfruttate. Abbiamo giocatori con grandi potenzialità, molto bravi nell’arrivare vicino all’area, poi però siamo un po’ frettolosi nelle decisioni finali. Ci sono state poi delle situazioni negli ultimi minuti come quella con un uomo a terra e ci mettiamo a fare i colpi di tacco, o Kulusevski deve andare alla bandierina e invece tenta un dribbling. Le partite vanno giocate fino alla fine, bisogna stare attenti, perché se prendi goal poi ti mettono una palla in area e può succedere di tutto. Fa parte di un percorso di crescita”.

La sensazione è quella che alla Juventus manchi un centravanti dai grandi numeri realizzativi.

“Abbiamo fatto tanti tiri questa sera, abbiamo creato tante occasioni potenziali e non abbiamo concesso nemmeno una credo. Abbiamo fatto una buona partita contro un’ottima Lazio, abbiamo gestito bene la palla anche se a volte ci sono state scelte sbagliate, ma direi nel complesso si è fatto bene. Sappiamo che le squadre di Sarri sono molto brave nel palleggio, ma stasera l’abbiamo molto limitato. Abbiamo avuto pazienza nella costruzione”.

All’Olimpico ha vinto il tecnico del ‘Corto muso’ contro il profeta del ‘Sarrismo’.

“Io mi diverto, quando lo capirete sarà troppo tardi. Se volete vi racconto il contrario di quello che penso, così siete tutti contenti. Oggi si giocava Lazio-Juve e non Sarri-Allegri. A tutti gli allenatori piace giocare, poi ci sono anche gli avversari. Il calcio è anche strategia: c’è il momento in cui tenere palla, quello in cui giocare in contropiede e anche quello in cui difendere. Non c’è un protocollo. Pensavo che la Lazio avrebbe avuto il 70% di possesso palla, invece abbiamo avuto il 46%. Siamo stati bravi e piano piano ci aggiusteremo”.

Molto buona è stata la prova di Rabiot che ha limitato molto Milinkovic-Savic.

“Rabiot è stato bravo, come sono stati bravi McKennie e Locatelli a centrocampo. Pellegrini ha sbagliato qualcosa nel primo tempo, anche perché non gioca sempre. Rabiot ha un grande motore, poteva giocare altri 90’. Ha limitato moltissimo Milinkovic-Savic ed è stato bravo anche di testa. I ragazzi mi sono piaciuti, siamo in crescita e i risultati aiutano a cementare le certezze. Stasera poi è uscito subito Danilo, ho messo Kulusevski e sembrava che fossimo più sbilanciati e invece abbiamo fatto bene”.

La Juventus sta completando il suo percorso di crescita.

“Ci serve un po’ di tempo e nel frattempo bisogna vincere delle partite e imparare in fretta. Dobbiamo gestire meglio la palla e se c’è da fare la fase difensiva anche per alcuni minuti la si fa perché poi passato il momento potremo creare noi. Non ho mai visto grandi squadre che hanno vinto farlo con sufficienza e superficialità. Serve sempre grande rispetto per gli avversari e noi abbiamo lasciato tanti punti con le medio-piccole”.

Allegri ha spiegato qual è il ruolo di Dybala in questa Juve.

“Dybala adesso non è a disposizione. Abbiamo tante partite e lui è un giocatore che gioca soprattutto sul centro-destra, difficilmente va a sinistra. Può giocare anche nei tre davanti ed è normale che giocando lui poi serve un mediano che gli dia un po’ di copertura, ma ha tecnica e anche forza nelle gambe”.