Notizie Partite
Serie A

Inter, è allarme difesa: I numeri fuori casa e le prestazioni individuali non convincono

08:03 CEST 27/08/22
Alessandro Bastoni Ciro Immobile Stefan de Vrij Lazio Inter
Preoccupa il reparto arretrato nerazzurro: troppe le reti prese dall'Inter lontano da San Siro, sottotono De Vrij e Bastoni.

La sconfitta con la Lazio all'Olimpico ha evidenziato gli attuali problemi difensivi dell'Inter di Simone Inzaghi. Schierato nella sua composizione tipo, con De Vrij fra Skriniar e Bastoni, il pacchetto arretrato nerazzurro, con i quinti Dumfries a destra e Dimarco a sinistra, ha sbandato a più riprese, palesando difficoltà quando si gioca lontano da San Siro.

A livello individuale, solo Skriniar si è salvato dal naufragio, ma la prestazione del centrale slovacco non è bastata a dare solidità al reparto. De Vrij e Bastoni hanno palesato grosse difficoltà, con prestazioni insufficienti, negativa anche la prova di Dimarco, mentre Dumfries si è proposto bene in fase di costruzione ma non ha in quella di non possesso il suo forte.

I numeri, come sempre, fotografano bene la situazione e destano preoccupazione in vista del Derby di sabato 3 settembre: con le 3 reti di Roma, salgono a 4 i goal incassati dall'Inter nelle prime due gare fuoricasa di campionato, con una media di 2 a partita, certamente troppi per chi ambisce a vincere lo Scudetto.

Era dalla stagione 2011/12, che l'Inter non subiva tante reti nelle prime due partite esterne del campionato. In quell'occasione i 7 goal presi tra Palermo e Novara costarono il posto all'allora tecnico nerazzurro Gian Piero Gasperini. Inoltre era da oltre 10 mesi, ovvero dal 16 ottobre 2021, che i nerazzurri non prendevano 3 goal in una gara di Serie A: anche in quell'occasione fu la Lazio di Sarri a realizzarli, imponendosi con lo stesso risultato di ieri sera: 3-1.

Le cifre, come sempre non mentono mai: Simone Inzaghi, in attesa di un possibile assist dal calciomercato (si valutano Acerbi, Akanji e Chalobah) dovrà lavorare tanto per ritrovare i giusti meccanismi di reparto e riportare al top della forma giocatori fondamentali che in questo momento appaiono lontani dal loro miglior rendimento.

Il calendario, del resto, non dà tregua: dopo la sfida infrasettimanale con la Cremonese, i nerazzurri avranno il Derby e successivamente il debutto stagionale in Champions League, dove sono chiamati a centrare la qualificazione in un girone di ferro con Bayern Monaco, Barcellona e Viktoria Plzen.