News LIVE
Liga

Mai nel Clasico, Hazard fantasma al Real: "Non è mai stato così in forma, è confuso"

14:11 CET 22/03/22
Hazard, Real Madrid
Il belga sembra essere sul punto di lasciare il Real Madrid, vista l'ennesima esclusione in una gara importante: dal suo arrivo non ha mai brillato.

Per anni, ai tempi del Chelsea, Eden Hazard è stato considerato spesso il terzo incomodo tra Messi e Cristiano Ronaldo, il ragazzo d'oro che presto sarebbe arrivato alla pari con i due colleghi in termini di classe, trofei vinti e reti segnate. Nel corso del tempo, però, questa previsione si è rivelata a dir poco errata.

A 31 anni, Hazard è alla sua terza annata in quel di Madrid, sponda Real, senza essere riuscito fin qui a brillare in nessuna di queste. Il suo ruolo sotto Ancelotti è marginale e spesso ci si dimentica che nella capolista Blanca milita anche il ragazzo belga, sempre più fuori dai piani principali del club.

Basti pensare che Hazard non ha mai giocato un Clasico contro il Barcellona: è rimasto in panchina per tutta la sfida contro i blaugrana persa malamente in casa per 4-0, ma ha saltato le sfide contro i blaugrana per infortunio nelle ultime annate. Niente di buono all'orizzonte.

In estate Hazard lascerà il Real Madrid? Praticamente certo, vista la presenza di Vinicius, Benzema, Rodrygo ed Asensio. In più i nomi di Mbappé e Haaland potrebbero ulteriormente sconvolgere l'attacco del team spagnolo, lasciando il classe 1991 sulla porta in attesa dell'offerta sostanziosa di un nuovo club.

GOAL ha appreso che Hazard è confuso e frustrato dalla sua esclusione, visto il lavoro fatto per tenersi in forma fuori dal campo, come evidenziato da fonti vicine al giocatore cresciuto al Lille:

"Voleva davvero giocare la partita. È triste. Nella sua carriera non è mai stato così in forma come lo è oggi".

Un prestito sembra essere l'unica opzione di trasferimento nei prossimi mesi, visto che difficilmente qualcuno metterà insieme 100 milioni di euro per prelevarlo dal Real Madrid, ammortizzando la spesa fatta tre anni fa. Dove può giocare? Difficile dirlo ora, ma un ritorno al Chelsea sembra essere l'unico trasferimento non possibile viste le sanzioni a Roman Abramovich e la delicata situazione dei Blues in questo periodo.

Non resta che attendere i prossimi sviluppi, anche se il mancato ingresso nel Clasico sembra essere pietra tombale nei suoi confronti alla corte del Real Madrid targato Ancelotti-Perez: i suoi giorni con la casa Blanca sembrano ormai avere le ore contate.