News LIVE
Serie A

Florenzi a DAZN: "Roma mi manca, ma mi hanno detto che non servivano più eroi per i tifosi"

09:00 CET 23/01/22
Alessandro Florenzi AC Milan 2021-22
Il terzino rossonero racconta la sua separazione dalla Roma: "Mi hanno detto che i tifosi non avevano più bisogno di eroi".

Alessandro Florenzi racconta la sua esperienza con la maglia del Milan . In un'intervista rilasciata a DAZN, il terzino rossonero ha parlato dell'ambiente trovato a Milanello.

"Al Milan ho trovato una bella famiglia, siamo molto affiatati. Il campionato sta andando bene, il nostro obiettivo è lottare per qualcosa di importante".
"Ho l'esperienza giusta per dare di consigli ma cerco sempre di imparare da chi ha più esperienza e ha vinto tanto. Do molti consigli ai ragazzi, soprattutto sui comportamenti che mi hanno aiutato sulla mia carriera".

Il terzino ha poi parlato del battibecco con Hakan Calhanoglu dopo la rete del fantasista turco nel derby.

"Non ho niente contro di lui, ma per me gli atteggiamenti sono importanti. Mi dà fastidio quando si manca di rispetto. Se avesse esultato non avrei avuto problemi, ma lo ha fatto un po' sopra le righe. In quel momento ho avuto quella reazione lì".

Florenzi è tornato anche sulla Roma, squadra nella quale è cresciuto e per la quale ha sempre fatto il tifo ma con la quale è stato costretto a separarsi.

"Roma sicuramente mi manca perché è parte di me. E’ stata, è e lo sarà la squadra che ho tifato fin da bambino e per cui ho dato tutto. Il momento in cui ho capito che le nostre strade si stavano separando è quando mi hanno detto che non servivano più gli eroi per i tifosi della Roma. Davanti a me c’è stata la successione degli addii di De Rossi e Totti e ho capito che era il mio turno.
L’ho fatto cercando di dare meno problemi possibili e comportandomi da professionista esemplare. L’ho accettato e sono andato avanti. L’esperienza all’estero mi ha aiutato perchè non ho mai affrontato la Roma, ora incontrarla in campionato è stata un po’ difficile. Non avrei mai esultato al gol".