Notizie Partite
NXGN

Da Camavinga a Wirtz: le stelle NXGN degli Europei Under 21

11:01 CEST 31/05/21
Florian Wirtz Eduardo Camavinga Brian Brobbey GFX
L'Euro Under 21 riprende con i quarti di finale: sono tanti i talenti pronti a guidare la propria squadra verso la finale di domenica 6 giugno.

In attesa dell'inizio di Euro 2020, alcuni dei migliori giovani del continente sono pronti a sfidarsi nella fase finale degli Europei Under 21. La fase a gironi si è svolta a marzo e ha visto l'eliminazione eccellente dell'Inghilterra. Ora è tempo di giocare i quarti di finale in Ungheria e Slovenia. La finale si disputerà invece domenica 6 giugno a Lubiana.

Ecco dunque una serie di talenti destinati a mettersi in mostra nelle partite decisive della competizione.

Yeremy Pino (Spagna)

Il talento del Villarreal va a caccia del suo secondo trofeo in poche settimane dopo aver vinto l'Europa League contro il Manchester United, trionfo che gli ha permesso di diventare il più giovane vincitore della competizione nonché il più giovane spagnolo ad aver iniziato una finale europea (primati detenuti precedentemente da Robin van Persie e Iker Casillas).

In totale, Yeremy Pino ha segnato 7 reti in tutte le competizioni per il Submarino Amarillo, tra cui uno nell'ultima giornata della Liga: impresa che lo ha visto diventare il giocatore più giovane ad andare a segno in trasferta contro il Real Madrid in questo secolo.

Ex obiettivo del Barcellona quando giocava nelle giovanili del Tenerife, Yeremy Pino è stato paragonato ad Arjen Robben, anche se il piede preferito è diverso: è un destro naturale che spesso parte da sinistra per accentrarsi.

"Yeremy si distingue per il suo carattere - ha detto a El Pais il vice allenatore del Villarreal Under 23, Nando Martinez - Più difficile è la sfida, più è in grado di dimostrare il proprio potenziale. Mantiene l'essenza di quando giocava per strada da bambino. Vive per il calcio e ogni giorno si assicura di scegliere la giusta alimentazione e il giusto riposo".

L'avversario dei quarti di finale della Spagna, la Croazia, può contare su Josko Gvardiol. Il difensore 19enne, che quest'estate dovrebbe andare al Lipsia, è stato convocato anche per gli Europei con la Nazionale maggiore, giusto per capire quale sia il suo potenziale.

Brian Brobbey (Olanda)

Brobbey è stato considerato a lungo una potenziale stella, e le sue prime esibizioni nella prima squadra dell'Ajax sembrano confermare quest'impressione. Nonostante abbia giocato dall'inizio solo una volta nella stagione appena conclusa, ha segnato sei goal e fornito due assist.

Le difficoltà nel conquistarsi un posto da titolare, tuttavia, lo hanno spinto a rifiutare un nuovo contratto con gli olandesi e a trasferirsi a parametro zero al Lipsia, dove approderà quest'estate.

"Preferirei andare in Germania, perché penso che la Bundesliga si adatti meglio al mio gioco - diceva a Goal a dicembre prima che l'operazione fosse finalizzata - Lì i giovani hanno tante possibilità, proprio come all'Ajax. In Inghilterra, se le cose vanno male, invece di aspettare acquistano un altro giocatore al tuo posto".

Il trasferimento al Lipsia potrebbe tuttavia essere minato dall'addio di Julian Nagelsmann in direzione Bayern, tanto che l'Ajax spera di poter trovare un accordo per riportare Brobbey ad Amsterdam. Nonostante le distrazioni del mercato, però, il "nuovo Romelu Lukaku" sarà sicuramente uno degli elementi da osservare di un'Olanda che vuole tornare al successo dopo 14 anni.

Assieme a Brobbey, inoltre, ci sarà anche il compagno di squadra all'Ajax Devyne Rensch, messosi in luce come terzino destro. Il 18enne difensore, che può giocare anche da centrale, ha messo a segno 6 goal nella stagione appena conclusa.

Eduardo Camavinga (Francia)

Una delle attrazioni principali del torneo. Tanto che molti si sarebbero attesi una sua convocazione non nell'Under 21, ma nella Nazionale maggiore per gli Europei. Non a caso è proprio lui il terzo esordiente più giovane e il secondo marcatore più giovane della storia della Francia.

Una deludente seconda parte di stagione, tuttavia, ha costretto Camavinga ad accontentarsi di ricoprire un ruolo chiave nella formazione favorita degli Europei Under 21. In ogni caso, molti grandi club continueranno a osservarlo quest'estate, alla riapertura del mercato.

"Lo vedo come il futuro miglior centrocampista del mondo" ha detto a Goal il suo agente, Jonathan Barnett, quando le voci su un interesse del Real Madrid hanno cominciato a intensificarsi. Per lui si è inoltre parlato anche del Bayern. Due club che lo osserveranno da vicino nei prossimi giorni.

Camavinga non è l'unico presente nella classifica NXGN del 2021 nella rosa della Francia: assieme a lui anche l'attaccante del PSG Arnaud Kalimuendo, richiamato alla base dopo una stagione in prestito al Lens, in cui ha segnato 8 goal e fornito 6 assist in Ligue 1.

Francisco Conceição (Portogallo)

Conceição ha già battuto un record in questo torneo: è infatti diventato il capocannoniere più giovane del Portogallo agli Europei Under 21. Decisivo un goal contro la Svizzera nella fase a gironi. Il 18enne attaccante aveva esordito nella prima squadra del Porto a febbraio, collezionando però ben 17 presenze nella seconda parte della stagione.

Figlio dell'allenatore del Porto Sergio Conceição, Francisco (noto anche come 'Chico') è già stato paragonato a Lionel Messi per la sua abilità nel dribbling e la capacità di rientrare sul piede sinistro quando gioca sulla fascia destra.

"Francisco è simile a Messi - ha detto a Record l'ex difensore del Porto Eduardo Luis - Se devo paragonarlo a qualcuno di famoso, lo paragono a lui. Ha tutto per diventare un grande giocatore".

Ex stellina delle giovanili dello Sporting, Conceição è diventato il secondo esordiente più giovane in Champions League con la maglia del Porto.

Conceição sarà affiancato nell'attacco del Portogallo da Tiago Tomas, attaccante di 18 anni molto importante nella prima vittoria del campionato da parte dello Sporting dal 2002. Su di lui è segnalato l'Arsenal.

Florian Wirtz (Germania)

Wirtz non ha fatto parte della rosa tedesca nei gironi, in quanto era già nel giro della Nazionale maggiore, che lo ha convocato per la prima volta per le qualificazioni mondiali di marzo. Qualcuno sostiene che, se Thomas Müller non fosse stato richiamato, il suo posto agli Europei sarebbe andato proprio a Wirtz.

L'attaccante del Bayer Leverkusen dovrà dunque guidare l'Under 21 della Germania dopo aver disputato una splendida stagione in Bundesliga. 18 anni, Wirtz si è piazzato al sesto posto nella classifica NXGN 2021 grazie a un'annata da 8 goal e 8 assist in tutte le competizioni. Prestazioni che gli hanno permesso di guadagnarsi un nuovo contratto quinquennale.

Wirtz è diventato il giocatore più giovane di sempre del Bayer Leverkusen, migliorando il precedente primato di Kai Havertz. Su di lui, prima che arrivasse alla BayArena, c'erano anche Liverpool e Bayern. Senza l'infortunato Moukoko, sarà lui la stella della Germania nei quarti di finale contro la Danimarca.

Un altro volto nuovo è Karim Adeyemi, attaccante veloce che si è messo in luce con il Red Bull Salisburgo vincendo il campionato austriaco. Ha appena 19 anni, ma ha chiuso la stagione con 9 goal e 11 assist in tutte le competizioni.

Wahid Faghir (Danimarca)

Faghir è diventato il più giovane giocatore di sempre della Danimarca Under 21 durante la fase a gironi. E ora è stato accostato a più di un grande club europeo dopo aver impressionato con la maglia del Vejle.

È stato addirittura paragonato a Zlatan Ibrahimovic, sia per la sua bravura sotto porta sia per l'arroganza con cui gioca, nonostante la sua tenera età.

"È un attaccante veloce, tecnicamente buono, ha intelligenza di gioco e partecipa anche alla fase difensiva - ha detto di lui Steen Tychosen, il direttore delle giovanili del Vejle, nel momento in cui Faghir ha firmato il suo primo contratto da professionista, nel 2018 a 15 anni - Wahid ha molti punti di forza e una grande fiducia nelle proprie capacità. C'è un po' di Zlatan in lui, perché gioca con grande fiducia in se stesso sia in allenamento che in partita".

Faghir ha già giocato 40 partite in prima squadra. E dunque non affronterà certo gli Europei Under 21 con la timidezza dei debuttanti.

Non è l'unica stellina dell'attacco della Danimarca: assieme a lui c'è anche il talento del Copenhagen Mohamed Daramy, 19 anni, che in questa stagione è andato a segno 12 goal sfornando anche 7 assist. Su di lui sono segnalati Liverpool e Lipsia.