Crespo-Genoa 'in love': 6 mesi tra goal pesanti ed il sogno europeo

Crespo Genoa
Non tutti ricordano l'esperienza di Hernan Crespo al Genoa: per lui sei mesi al Grifone, con sette goal realizzati prima di tornare al Parma.

Pensando alla carriera di Hernan Crespo, le squadre che vengono in mente a tutti sono sicuramente il Parma, la Lazio, l'Inter ed il Milan. Magari il Chelsea... ma c'è da scommettere che non tutti si ricorderanno dell'esperienza fugace (ma redditizia) di Valdanito al Genoa .

Hernan Crespo viene acquistato dal Genoa nell'estate del 2009, quella che porta contemporaneamente (ma in due affari differenti) Diego Milito all'Inter. Crespo all'età di 34 anni si ritrova proprio a ereditare il peso del Principe, che sotto i riflettori di Marassi aveva deliziato i tifosi rossoblù fino a quel momento.

Un acquisto di spessore, di blasone, ma che in molti a Genova guardano comunque con scetticismo vista l'età avanzata di Crespo. Al Genoa c'è Gasperini che, fin dal ritiro estivo, prova a puntare sull'argentino come attaccante titolare della sua squadra.

Ben presto però sarà chiaro a tutti che a quasi 35 anni Crespo non potrà dare a Gasperini ciò che il tecnico chiede: basta vedere i movimenti, ad esempio, di Duvan Zapata nella sua Atalanta. Ma l'attuale tecnico della Dea è però lungimirante: comincia ad usare Crespo solo a partita in corso, o quasi, sfruttando il suo cinismo sotto porta anche per pochi scampoli di partita.

Ed i frutti arrivano subito per il Genoa: in attacco giocano per lo più Palacio, Figueroa, Sculli e Floccari. Ma Valdanito è sempre pronto a piazzare la sua zampata a partita in corso. Quel Genoa inizierà il campionato con tre vittorie in altrettante partite (Crespo segnerà il suo primo goal nel 4-1 contro il Napoli).

Poche settimane dopo l'ex attaccante dell'Inter segnerà quello che è ancora oggi il goal che i tifosi del Genoa ricordano più di ogni altro ripensando a quell'esperienza: un colpo di testa micidiale, alla sua maniera, contro la Juventus. Si tratta della rete del vantaggio del 2-1, anche se poi quella partita finirà 2-2.

Quel Genoa affronta anche l'Europa League e Crespo tiene a galla i suoi compagni finché può: due goal nella fase a gironi contro Valencia e Lille, ma il Grifone terminerà lì la sua avventura nella competizione.

In Serie A, invece, Crespo segnerà con la maglia del Genoa 5 goal in 16 partite (tantissime però da subentrato), prima di lasciare la squadra a gennaio. A sorpresa infatti Preziosi rinuncia subito a Crespo nel mercato invernale, cedendolo al Parma.

"Disputare l’Europa League con quei tifosi è stato qualcosa di spettacolare. Ogni partita era una festa, lo sentivamo negli spogliatoi. Ricordo come fosse ieri la partita in casa contro il Valencia, sfiorammo il colpo e fu uno spettacolo".

Ma nonostante questo, la breve esperienza al Genoa è rimasta nel cuore di Crespo, che successivamente ha dichiarato parole d'amore per la piazza rossoblù. Insomma, breve ma intenso.

Chiudi