News LIVE
Serie A

Chiellini sul caso plusvalenze: "Quando si tratta di Juve ogni cosa viene amplificata"

19:02 CET 03/12/21
Giorgio Chiellini Juventus
Il difensore ha parlato anche del momento bianconero: "Dobbiamo metterci impegno e ridare qualcosa a una società che ha dato tanto a noi".

Giorgio Chiellini ha presenziato all'evento "Topps per Insuperabili", tenutosi nella giornata di venerdì a Torino e che ha sancito l'avvio di una partnership fra l'azienda di figurine e carte collezionabili 'Topps' e la ONLUS Insuperabili, alla quale il capitano della Juventus è legato da diversi anni.

"Ringrazio Topps per aver creduto in noi e averci fatto questo dono. Io sono capitano di questi ragazzi da molto prima che della Juventus. Grazie a Davide siamo cresciuti molto in questi anni. Questa giornata diventa un dono per far felici tanti bambini". Le parole del capitano bianconero riportate da 'TuttoJuve.com'.

Il numero 3 juventino spiega nel dettaglio il suo forte legame con gli Insuperabili:

"Mi hanno dato tanto. Ogni primavera riesco a fare un allenamento con loro, quando c’è un’attività lì vedo e sono speciali. Sono uno spettacolo, passare tempo con loro e aiutare mi apre il cuore".

Ai microfoni di Sky Sport, Chiellini ha poi dirottato l'attenzione sul momento vissuto dalla Juventus, con la società torinese attualmente indagata nel caso plusvalenze:

"Ho già parlato abbastanza chiaramente nel post partita di martedì. Le indagini lasciano il tempo che trovano. A parte i titoloni che escono, bisogna aspettare, ma ci siamo abituati, sappiamo che quando si tratta di Juve ogni cosa viene amplificata per un milione".

Riguardo alle questioni prettamente di campo, il fresco vincitore di Euro 2020 ha una ricetta ben precisa:

"Dobbiamo essere responsabili, non serve fare niente di straordinario che non sappiamo fare, basta metterci l'impegno e ridare qualcosa a una società che ha dato tanto a noi, dipendenti, giocatori, dirigenti, allenatori, tifosi".

La chiusura è dedicata al ricambio generazionale che sta vedendo protagonista il club piemontese:

"Ha detto bene Allegri l'altro giorno, c'era un vecchio in campo e doveva compensare, gli ha messo tutti i ragazzotti intorno (ride, ndr.). Se sta cambiando la filosofia della società? Fa parte del gioco e dei cicli, ora ne sta nascendo uno giovane, è normale: negli anni scorsi eravamo una delle squadre più vecchie, a un certo punto devi ripartire".

Sul suo futuro:

"Ho imparato a vivere alla giornata, anche perchè magari ti capita un infortunio nel momento migliore che ti stronca. Finchè riesco a mantenere un buon rendimento vado avanti con piacere, mi diverto. La battuta l'ho già fatta, speriamo di andare avanti come Gigi Buffon, di giocare fino a 50 anni".