Notizie Partite
Serie A

CDA Juve, conclusione delle indagini preliminari: per reati di falso nelle comunicazioni sociali e rivolte al mercato

19:36 CEST 24/10/22
Andrea Agnelli Juventus 2020
La Procura di Torino ha notificato ai componenti del CDA bianconero l'avviso delle conclusioni delle indagini preliminari iniziate nell'estate 2021.

La Procura di Torino ha notificato ai componenti del CDA della Juventus l'avviso di conclusione delle indagini preliminari iniziate nell'estate 2021. I reati per i quali si è iniziato a procedere, sono di fatto il falso nelle comunicazioni sociali e false comunicazioni rivolte al mercato, trattandosi di una società quotata in Borsa.

Le annualità prese in esame dall'istruttoria conclusa, come evidenzia il comunicato della Procura, sono tre: il 2018, con bilancio approvato nell'autunno del 2019, il 2019, con bilancio approvato nell'autunno del 2020, e il 2020, con bilancio approvato nell'autunno del 2021.

"Il quadro probatorio acquisito consente di delineare, ad avviso di questo Ufficio, una attività di alterazione delle poste di bilancio (e quindi dei risultati di esercizio) quale conseguenza, in primo luogo, di un anomalo ricorso ad operazioni di scambio dei diritti alle prestazioni sportive di un elevato numero di atleti, operazioni, per altro, nel complesso distoniche nel panorama nazionale".

"Operazioni di scambio - continua la procura - che, non generando flussi finanziari di sorta, risultano, sempre secondo l'impostazione dell'accusa, concluse a valori stabiliti dalle parti in modo arbitrario e con lo scopo di far fronte alle necessità di bilancio del momento: tali operazioni sono state ritenute fittizie, anche alla luce del contenuto di conversazioni registrate nel corso delle indagini".