Notizie Partite
Calciomercato

L'avventura di Isco al Siviglia è finita: ufficiale lo svincolo dell'ex Real Madrid

13:37 CET 21/12/22
Isco Sevilla
Il centrocampista spagnolo si è liberato a zero dopo pochi mesi dal suo passaggio al Siviglia: decisivo il cambio in panchina.

Fino alla sosta l'esperienza di Isco al Siviglia non è stata del tutto da scartare: 19 presenze tra Liga, Copa del Rey e Champions League, competizione in cui ha disputato praticamente tutti i match del club spagnolo. Non malissimo.

Il tutto in pochi mesi, dopo l'arrivo a parametro zero avvenuto dopo lo svincolo dal Real Madrid, club che lo ha cresciuto in termini di successi e vittorie prestigiose, dopo gli anni di Malaga: la sua avventura con i Rojiblancos è giunta al termine.

Il Siviglia ha annunciato ufficialmente l'addio di Isco. A sorprendere è la modalità del suo addio che avverrà a parametro zero.

"Il Siviglia e Isco hanno raggiunto l'accordo per la risoluzione del contratto che li vincolava".

Il centrocampista spagnolo sarà quindi libero di trattare con altre società già da gennaio, non rispettando il contratto firmato in estate e che aveva come anno di scadenza il 2024.

PERCHÉ ISCO SI LIBERA A ZERO DAL SIVIGLIA

Alla base dello svincolo di Isco ci sarebbero, secondo quanto emerso, alcune frizioni con il direttore sportivo del Siviglia Monchi, cresciute d'intensità nelle ultime settimane, durante la sosta per i Mondiali in Qatar.

I motivi sono riconducibili all'esonero di Julen Lopetegui, avvenuto a ottobre e a cui è succeduto Jorge Sampaoli: da lì la rottura, con isco che ha deciso di staccarsi gradualmente dal progetto del club spagnolo.

"Non ho avuto Isco perché non partecipa come tutti gli altri giocatori agli allenamenti".

Isco, infatti, si è mostrato restio a essere allenato da Sampaoli, cercando di saltare la sfida contro il Velarde di Copa del Rey, salvo poi essere schierato dal primo minuto: quella potrebbe essere stata a tutti gli effetti l'ultima gara con il Siviglia.

E adesso sarà libero di trattare con chi vuole, facendo un passo indietro e rianimando gli animi dei tanti club che in estate sono stati accostati al suo nome.