Notizie Partite
UEFA Champions League

Champions League, cosa succede in caso di parità negli ottavi, quarti, semifinali e finale

12:00 CET 07/11/22
Champions League trophy
Esiste la regola del goal in trasferta o è stata abolita? Come si determina il passaggio del turno in caso di reti pari tra andata e ritorno?

Chiusa la fase a gironi della Champions, spazio per quella ad eliminazione diretta. Le migliori squadre del continente si danno battaglia per conquistare il trofeo per squadre di club più ambito del pianeta.

Per l'edizione 2022/2023 sono tre le squadre italiane presenti: Napoli, Inter e Milan. Tutte in campo per provare ad eliminare una maledizione che persiste dal 2010, quando i nerazzurri vinsero la Champions e il Triplete.

Esclusa la finale, tutte le fasi ad eliminazione diretta sono in gare di andata e ritorno. Ma cosa succede in caso di punteggio pari tra andata e ritorno?

  • LA REGOLA DEL GOAL IN TRASFERTA

    DAl 2021/2022 è stata abolita la regola del goal in trasferta per le maggiori competizioni europee, dalla Champions alla Conference, passando per l'Europa League.

    Significa che segnare delle reti in trasferta nei match di ottavi, quarti e semifinali non vale più doppio come nei decenni precedenti.

  • RETI PARI TRA ANDATA E RITORNO

    Non essendoci più la regola del goal in trasferta, in caso di parità di reti segnate tra andata e ritorno si ricorre ai tempi supplementari per poter decidere la qualificata alla fase successiva.

    Eventualità in caso di risultato pari sia all'andata che al ritorno o in caso di stesso numero di reti segnate nei due match (ottavi, semifinali e finali).

  • SUPPLEMENTARI E RIGORI

    Se il risultato dovesse continuare ad essere in parità dopo i due supplementari, primo e secondo tempo, si utilizzeranno i rigori per determinare la quadra qualificata alla fase successiva.

    Supplementari e rigori sono utilizzati anche in finale in caso di parità al termine dei due tempi regolamentari.